Menu Chiudi

Litho 55, della famiglia Brancaccio, dal La Tradizione, ora garantiscono la ristorazione anche a vista mare che permette di assaporarne bene i sapori

In quel di Portici di Napoli, abbiamo scoperto Litho 55, un progetto ambizioso, ospitato dal Resort Tre Fontane, con radici salde e con spalle ben coperte dall’esperienza della famiglia Brancaccio, ristoratori da due generazioni a Portici con il ristorante “La Tradizione”, diventata un’icona di cucina tradizionale partenopea di grande qualità. Per cui dopo tanta tradizione ecco una cucina contemporanea e cosmopolita, fatta di incontri tra Mediterraneo, Giappone, Francia. Con un occhio di riguardo al cocktail bar, voluto con miscelazioni robuste e fruttate, ma anche signature cocktail da gustare come aperitivo, in abbinamento alle proposte dello chef, per esaltarne i gusti.

Aver compreso che la tradizione, in tutti i sensi, non basta, ecco quindi questa nuova proposta con cui andare oltre. Garantendo novità. Realizzato in maniera molto giovanile, ecco anche il cocktail bar, per realizzare drink robusti e simpatici come aperitivo per preparare bene il palato ai sapori, così siano poi in abbinamento con le proposte dello chef.

un’ottima proposta di ristorazione a base di sapori di mare, non solo per il magnifico panorama, ma soprattutto per l’offerta culinaria. Infatti il protagonista indiscusso del ristorante e non solo in cucina è il mare. Infatti puoi ammirarlo dalle vetrate, magari sognare la sua freschezza per poi invogliarsi a provare qualche gusto. Per cui dopo il sogno lo si può vedere nei piatti che preparano a vista, come crudi e sushi

Così si può scorgere il profumo del mare, nei piatti che arrivano dalla cucina, e non in maniera tipica, si prova sempre a rivisitare con giusta creatività una tipica offerta di mare. Merito dello chef Raffaele Dall’Aria che riesce a rendere “marino” ogni piatto, come i suoi friarielli, tipicamente un piatto di terra, con cui accompagnare carne, ma anche altri a base di wasabi e ikura.

L’essenza napoletana non può tramontare, quindi rivisitano anche la tipica pasta e patate che invece di avere la provola, sarà con frutti di mare e crostacei crudi, polvere di peperone crusco e burro al basilico.

I frutti di mare crudi non sono solo condimento di pasta, con i tipici spaghetti a vongole

, ma si possono assaporare anche come portata, infatti

Ma il mare non è solo condimento, preparazione al pasto o conclusione come secondo, diviene anche imbottitura, come nei ravioli ripieni di astice e provola, con spuma di friarielli e colatura di alici di Cetara. O andare un pò più nel raffinato con il mollusco che lo è per eccezione, ovvero le ostriche. tono di eleganza e raffinatezza, quindi va rispettato anche nella proposta culinaria.

Beh, se il mare è la proposta principale, non si vuole essere troppo con i paraocchi, così si sa anche accontentare gusti “terrestri”, iniziando con la tipica montanarina che prova a ricordarci, in tutti i sensi, i gusti delLa Tradizione.

Raffaele Dall’aria, da bravissimo chef qual’è

garantisce di realizzare ottimi piatti spaziando a nostra scelta, componendo il nostro piatto scegliendo tra diverse tipologie di crostacei (gambero viola, gambero rosso, scampi, scampi jumbo), frutti di mare e molluschi (tartufi, cannelli, ricci di mare, limone di mare, percebes e fasolari). Ovviamente non solo antipasti e primi, anche il secondo di ottimo pesce è garantito, quindi ecco il caviale, presente in un menu a parte con altre uniche specialità. Come l’Ostrica San Michele del Parco Nazionale del Gargano, Ostrica Belon e Gillardeau dalla Bretagna, Ostrica Regal Oro da Westport e la Tarbouriech direttamente dalla Laguna di Thau nella Languedoc-Roussilon francese. Tanti sapori di mare quindi c’è bisogno di un abbinamento alcolico, che sia champagne, di vino, o per essere ben esplicativo divino, ecco che la carta propone calice di Champagne Tattinger. Per gli appassionati del genere, vi segnaliamo anche le maison di caviale Astra, Beluga, Imperial e Royal.

Tutto ciò è la dimostrazione come anche nella ristorazione i tempi passano per migliorare, quindi dopo tante soddisfazioni ecco la novità di Litho 55, che il mare lo presenta come panorama, ne garantisce i gusti in cucina, ma essendo anche albergo offre la frescura delle proprie stanze per pernottamenti, a cui unire un’altra frescura come il bagno in piscina, grazie all’ospitalità del Resort.

Eugenio Fiorentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.