Menu Chiudi

Una serata alla Pizzeria Gorizia 1916 la Pizza Margherizia sfata l’espressione “croce e delizia” è solo delizia per eugenio_fiorentino_food_drink, anche perchè ben accompagnata

Girando spesso per degustare, è vero che  si scoprono novità, particolarità che magari non ci si aspetta, come la Pizza Margherizia della Pizzeria Gorizia 1916 via Bernini 29, gustata nelle vesti di eugenio_fiorentino_food_drink, per una tranquilla serata con l’obiettivo di godersi bene la serata, ma mangiare una Pizza speciale, perchè esclusiva, può essere croce e delizia, perchè può esprimere una sensazione di piacere mangiandola ma di dolore provata in simultanea, perchè mangiandola, saranno maggiori calorie in corpo… Ma è una Pizza special, quindi si decidere di soprassedere.

Così sarà anche per la scelta dell’accompagnamento e, non a caso, seguendo il consiglio del Sommelier Marco Bignone, scegliamo, non la scontata birra come accompagnamento per la Pizza, ma puntiamo ad un vino con le bollicine, ma non uno qualunque, infatti ecco il  Ferrari Maximum Blanc de Blancs, perfetto per bilanciare le note dolci della pasta della pizza. Godendo di una leggerezza ottima è consigliato ad abbinamenti delicati. Quindi per ordinare la Pizza, non possiamo puntare ad una qualunque, ma una ricercata come la Margherizia, una particolarità della Pizzeria, o meglio la perla ed uno, tra i tanti, fiori all’occhiello di Salvatore Antonio Grasso

fonte immagine https://www.facebook.com/photo/?fbid=10222221968601578&set=pcb.10222221978641829

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

non mi può sfuggire. Così la ordino, arriva  apprezzo subito i colori vivaci che non sono un pugno nell’occhio, anzi quasi aumentano il desiderio di mangiarla e, dato l’orario, anche lo stimolo della fame.

Quindi procediamo al taglio , notando una pasta molto fine, ma che regge e resiste bene, nonostante gli ingredienti posti sopra. Infatti questi potrebbero fare  da contrappeso, ma come è possibile notare, restano compatti senza fuoriuscire, nel momento in cui si piega lo spicchio.

Altro aspetto da notare, merito del Pizzaiolo, e il fondo, quasi trasparente. Infatti al morso l’impasto è di una consistenza leggerissima, che resiste e non risente del topping, piegandosi o rompendosi. I meriti vanno divisi tra l’inventore, che ha scelto ingredienti bilanciati, sia per il gusto e la realizzazione e chi di questa si occupa. Non a caso ci resta lo spazio anche per un pò di artigianale Zuppa Inglese.

Eugenio Fiorentino

 

 

 

 

1 commento

  1. Pingback:Una serata alla Pizzeria Gorizia 1916 la Pizza Margherizia sfata l’espressione “croce e delizia” è solo delizia per eugenio_fiorentino_food_drink, anche perchè ben accompagnata – Clementina Paone – Amatoriale- Professionista Get Ready

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.