Menu Chiudi

L’intervista a Saverio Porciello per conoscere lo Storytelling del food, in famiglia, del Caffè Bistrot Mandara Ponte di Tappia

Il vero Storytelling del food il più delle volte è scritto da attività molto vicine al popolo ed alle sue possibilità, cambiando poi con questo, adeguando il proprio! Così dopo avervi racontato della famiglia Arfè, c’è un’altra Gastronomia che ha creato un proprio Storytelling del food ed è l’attività Mandara a via Ponte di Tappia, Napoli. Così consci di come una Gastronomia sia una delle prime attività vicine alla popolazione c’è stata la voglia di conoscere il Suo Storytelling del Food, intervistando il Proprietario Saverio Porciello, cosicché, magari, si possano scoprire le evoluzioni del suddetto anche nel popolo. Ma lasciamo spazio all’intervista.

Come è nata la sua attività e come mai porta il nome di un caseificio e ci racconta un pò ‘ della storia di questa? 

L’attività è stata fondata dal Signor Giuseppe Mandara proprietario del caseificio Mandara. 

Dobbiamo considerarla più un bar, un bistrot o una tavola calda?

Dal 2017 abbiamo convertito la nostra realtà nata nel 1998 come bistrot puntando anche sulla zona bar.

Nelle mie passate soste ho sempre potuto apprezzare sia un buon servizio di Ristorazione che da snack con panini freschi fatti al momento, ma qual’è il vostro punto di forza?

Il nostro punto di forza è offrire vasta scelta ai nostri clienti dalla colazione, all’aperitivo , pranzo con primi , secondi o panini.

Importante tra voi è l’aspetto familiare, non a caso è possibile incontrare Lei, Sua moglie, i Suoi figli e Suo fratello in attività, come riuscite a far convivere i sentimenti familiari con la dedizione al lavoro?

Io e mio cognato insieme alle nostre mogli e i nostri figli abbiamo formato una squadra, proprio creando così il legame ci unisce,  cioè la nostra forza!

Soprattutto gli altri collaboratori, extra dal nucleo familiare, a primo acchito come reagiscono a questa “nicchia” familiare?

Gli altri dipendenti nel tempo sono diventati parte della famiglia.

Riescono ben ad integrarsi e poi a rapportarsi tra loro e con i clienti?

Tra la zona in cui ci troviamo e la nostra politica permette di coltivare il cliente che quotidianamente trova nel Caffè bistrot Mandara un luogo accogliente. 

Il menù com’è impostato di genere e cambiandolo giornalmente come vi regolate e soprattutto su cosa puntate?

Impostiamo il menu in modo da offrire ogni giorno dei piatti che derivano dai prodotti freschi di stagione che troviamo dai nostri fornitori, proprio per questo varia ogni giorno e a seconda del periodo dell’anno

Essere accerchiati da tanti uffici vi invita più a puntare riguardo pasti veloci o magari anche se più sedentari con pochi condimento per non sporcare troppo? 

A mio parere il nostro locale si presta a pranzi veloci ma anche a piatti preparati al momento più elaborati.

 

Quindi ringraziamo il caro Saverio per la condivisione della filosofia del Bistrot Mandara che con semplicità e vicinanza al cliente ha fatto nascere uno Storytelling del food affascinante, perché hanno sempre dimostrato vicinanza a tutti, senza porsi su piedistalli.

Non a caso per essere sempre ed al massimo più vicini in ogni modo ai propri clienti, affezionati o avventori, le condivisioni dei menù sulla pagina social, sono all'”ordine” del giorno. Ancora complimenti!

Eugenio Fiorentino

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.