Menu Chiudi

La tappa da Pizzalier per la Pizza da Equilibri di gusto di Ferdinando Simeoli

Dopo le prime visite, ormai, per me Pizzalier i Pizzaioli diventano amici, così avevo voglia di salutare Ferdinando Simioli alla Sua Pizzeria Equilibri di gusto, che si contraddistingue per essere un locale di altissimo livello, che come aspetto affascinante ed interessante, ha la prima essenza da rudere, forse dovuta anche alla locazione abbastanza in campagna, a via dei Pisani collegante Pianura a via Campana.

Riesce a sfruttare gli ampi spazi della zona per essere allo stesso modo. Infatti gode sia di una sala interna, ampissima, che gode di una buona illuminazione che di una esterna con area giochi per bambini, tutto per far notare una mis en place impeccabile, con bicchieri, bottiglie portanti tutti il proprio nome, ma ciò non limita la vendita obbligando solo a qualcosa di “autografata”, infatti le birre possono essere ordinate sia alla spina che in bottiglia. Quindi risolta la questione bibite iniziamo a concentrarci riguardo il food.

Iniziando con antipasti e fritture di alto livello passando alle pizze il menù è vario, non lungo ma giusto.

Partiamo con la classica, anzi la vera contemporanea, ben fatta e ben gestita, sia per preparazione di impasti che per cottura degli stessi. Per la questione topping hanno la meglio gli ingredienti che sono di prima scelta, da sottolineare è a mio parere il fiordilatte che non sempre è facile gustarlo così intenso e saporito su di una Margherita in cui è dominante. Merito anche del buon lavoro svolto dallo staff Fabio Puglia, Antonio Daniele Lucia Attore, che aiutano durante il lavoro di preparazione in cucina tra gli ingredienti, tra preparazione del forno e del fuoco vede tutti coinvolti allo stesso modo. Come un unico corpo, al servizio del cibo e dei commensali. Questo è Ferdinando Simeoli, che con il suo sorriso motiva le donne e gli uomini del suo teama svolgere sempre un ottimo lavoro, come nel mio caso specifico che ottimi sono stati: ” Fabio Puglia, Lucia Attore e Antonio Daniele.

Abbandoniamo un attimo il gusto della Pizza e focalizziamoci riguardo a come questa è fatta, cioè l’impasto, che risulta essere buono per digeribilità, leggerezza e con una buona divisione di sapori del topping, in cui gli ingredienti non si sovrappongono l’un l’altro ma si esaltano a vicenda. Per valutare una Pizzeria non serve solo concentrarsi riguardo il prodotto ma anche su chi questo lo porta, cioè il servizio e i collaboratori del Buon Ferdinando, come Fabio Puglia, Antonio Daniele e Lucia Attore  che mi hanno da sempre ben seguito, coccolando anche me persona e non solo deliziando le mie papille gustative, che già andava bene così

Ma l’ottima collaborazione tra cucina e banco rende possibile un lavoro ricercato e sopraffino nei gusti, attraverso anche ad una loro  creazione di base caramellata ricotta pecora dolce crumbre basilico ciocc fond homemade cannolo siciliano sbriciolato arancia essiccata .

Angelo Silvestri Pizzalier

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.