Menu Chiudi

La farina “Crunchy” dei Molini Ambrosio tra i nostri prodotti, per la produzione di pinse, pizze in pala e napoletana ugualmente croccanti

C’è chi preferisce le consistenze morbide ed altri, invece, cibi croccanti; proprio per chi ricerca, masticando il “Crunch”, anche per soddisfazione, in tutte le tipologie di pizza, che sia napoletana, in pala e in teglia o nella pinsa romana, ci pensa Molini Ambrosio, con la nuova farina Crunchy.

Dopo tutto bisogna guardare al futuro anche per la famiglia Ambrosio, che dal 1886, non ha mai interrotto il legame che la unisce all’arte molitoria, classica, creando una tradizione secolare di produzione che contraddistingue la storica azienda.

Tra le caratteristiche vincenti della Molini Ambrosio, oltre ad offrire a ciascuna categoria di clientela un prodotto appositamente pensato, è la presenza di un team di professionisti in grado di aiutare il cliente ad ottenere il miglior risultato possibile facendo proprie le sue esigenze, grazie alla personalizzazione e al supporto post–vendita con i propri tecnici esperti.

Così questa ricerca, ormai estenuante, la fanno per qualsiasi tipologia di pizza  che sia napoletana, in pala e in teglia o nella pinsa romana, in cui è più indicata, per cui la nuova farina è indicata.

Focalizzandoci riguardo questo scopriamo tanto.

È una miscela di farina “Tipo 0”, semola rimacinata, farina di riso e farina di soia che riesce a coniugare gusto e croccantezza.

Non a caso i segreti della macinazione classica sono stati rivisitati in chiave moderna da Molini Ambrosio tanto da permettendo che dal 1886 ci sia sempre lo stesso coinvolgimento così nel tempo è stato possibile raggiungere la quinta generazioni.

Non a caso le mode corrono nel mondo e nel food, creando tendenze anche nella produzione, nel caso del molino campano che ha dato vita alla farina Crunchy, utile per la creazione di quelle bontà che ricordano proprio quel divertentissimo rumore nello sgranocchiare.

Non a caso,ormai, il crunchy food è un qualcosa di irresistibile!

Basta credere che sin da bambini si è attratti dai cibi croccanti proprio perché il nostro cervello giudica mangiabile qualcosa che si spinge al di là del semplice sapore, coinvolgendo tutti i nostri sensi.

Così dev’essere una farina forte ma allo stesso tempo morbida, quindi attraverso una miscela di farina “Tipo 0”, semola rimacinata, farina di riso, farina di soia e per coniugare gusto e il senso di croccantezza il lievito madre, è nato il mix della farina “Crunchy” che è consigliato per la produzione di pinse, pizze alla pala, pizze in teglia a lievitazioni con tecnica “sponge” per 18 ore a temperatura controllata, con puntata fino al raddoppio dell’impasto finale e riposo dei panetti a temperatura ambiente per 2 ore.

Non arrivano dal nulla le novità ma attraverso accurati studi, infatti Molini Ambrosio ha un ruolo centrale nello sviluppo del settore molitorio italiano fornendo ai propri clienti una qualità ed una cura dei prodotti in Italia e nel mondo, attraverso ad una forte passione ed ai segreti della lavorazione del grano tenero e duro tramandati con dedizione. Ma non è la solita storia di rispetto per la storia e tradizione, la vera forza dell’azienda risiede nell’entusiasmo, di realizzare novità per accontentare ogni impegni dei propri clienti, regalando loro la soddisfazione dell’aver scelto la loro farina come materia prima.

Eugenio Fiorentino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.