Menu Chiudi

Una giornata in caseificio è un’interessante Foodurist experiences

Quando ci si annoia della routine quotidiana, meglio provare nuove esperienze, che magari siano delle Foodurist Experiences. Soprattutto se vivete in città e siete stanchi del traffico, dello smog e della fretta che accompagna tutti sui mezzi di trasporto pubblici o nei vari negozi.

Beh, è arrivato il momento di staccare la spina e fare una nuova esperienza. Se siete appassionati di formaggi, una giornata in un caseificio è l’esperienza che fa al caso vostro!

Quando decidiamo di scegliere un’esperienza di questo tipo, ma anche la destinazione di un viaggio, siamo guidati dalle nostre emozioni. Immaginiamo ciò che il luogo e l’esperienza può trasmetterci, può insegnarci e ciò che ci fa riconnettere con le nostre radici o farci vivere qualcosa di nuovo che resterà impresso nella nostra mente e nei nostri ricordi per lungo tempo.

Durante questa esperienza interattiva i partecipanti avranno modo di apprendere molto su questo delizioso alimento. Degli esperti spiegheranno come nasce il formaggio e faranno vedere direttamente come è prodotto, con una visita nei locali di lavorazione e la spiegazione delle varie tecniche utilizzate.

Ci sarà ovviamente spazio per le domande dei partecipanti, che saranno sicuramente incuriositi dalle grandi vasche di latte, dal profumo e dall’aspetto che assume durante la preparazione. L’intera esperienza può durare un paio d’ore ed è solitamente conclusa da un assaggio dei formaggi prodotti.

Una giornata in caseificio è esattamente una di queste! Si tratta di un’attività perfetta da fare in famiglia o con gli amici. La produzione di formaggio coinvolgerà sicuramente sia gli adulti che i bambini. La giornata in caseificio, normalmente ha inizio al mattino.

Vi siete mai chiesti come si prepara il formaggio? Quali sono i passaggi, quando dura l’intero processo e quali tecniche e materie prime vengono utilizzate?

E’ giunta la vostra occasione per scoprirlo con l’esperienza che vi proponiamo: una giornata in caseificio unica alla scoperta della tradizione casearia italiana. 

caseificio foodurist

L’arte casearia

Il nostro Paese vanta una ricca tradizione di formaggi e di arte casearia.

Ma di cosa si tratta esattamente? L’arte casearia è l’insieme di abilità e competenze necessarie per ottenere un prodotto caseario finito di alta qualità partendo dall’allevamento di animali o dal latte crudo.

Alcuni caseifici hanno il proprio allevamento, mentre altri acquistano il latte dalle fattorie e si occupano della sola produzione di formaggi.

Il prodotto finito di cui parlavamo può variare e di molto, a seconda della tipologia di latte utilizzato per la produzione, dalle tecniche impiegate e dalla stagionatura del prodotto stesso. L’arte casearia tipica dell’Italia sta cambiando volto, con la tradizione che cede più o meno lentamente il passo alla tecnologia.

Un motivo in più per concedersi un’esperienza in caseificio tradizionale, per ripercorrere i passi della tradizione casearia e connettere con la nostra terra.

Prima di passare a parlare dell’esperienza, chiediamoci: “Come si ottiene il formaggio?”.

La trasformazione casearia avviene secondo determinate procedure che, pur non variando a seconda del formaggio che si ha intenzione di preparare, si possono seguire secondo modi ben differenti.

  • Si inizia dalla preparazione del latte, l’ingrediente principale. Questo deve essere riscaldato e, in alcuni casi, arricchito con colture batteriche o fermenti.
  • Successivamente si passa alla coagulazione, che ha luogo tramite l’impiego del caglio e dell’abbattimento del valore del pH.
  • Il passo seguente è lo spurgo, ovvero la separazione del siero dalla cagliata. In questa fase la perdita di liquido è direttamente proporzionale all’azione meccanica applicata.
  • Si passa ora alla rottura della cagliata, in dimensioni che ricordano quelle di una noce.
  • A seconda del formaggio che si andrà a preparare, si può eventualmente passare alla fase della cottura. In questo passaggio può avvenire un’ulteriore perdita di acqua, oltre alla compattazione dei grumi presenti.
  • Siamo giunti al momento della salatura, passaggio importante che impedisce la generazione di muffe, utile ad accentuare il sapore del prodotto, oltre che alla riduzione dell’acqua presente.
  • Seguono la maturazione e la stagionatura, momenti importanti, anzi fondamentali nel processo di produzione del formaggio.

E’ durante queste fasi che il prodotto raggiunge la consistenza desiderata.

Gabriella Gianvicenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.