Menu Chiudi

La Pasticceria Marco & Renata Benincasa, è un viaggio tra passione, tradizione familiare e innovazione

In ambito di Pasticceria, la Famiglia Benincasa è una delle più promettenti nel panorama cittadino, infatti vanta tante attività legate dalla parentela, tra loro fratelli o cugini, ed uno di questi è Marco Benincasa. Sin da quando è bambino opera nel mondo dei dolci e della pasticceria, guidato ed accompagnato da Papà Raffaele.

Così per i primi 18 anni di carriera lavora con costanza ed applicazione, imparando i segreti dell’arte pasticciera classica e anche sviluppando una notevole propensione alla sperimentazione ed alla creazione di nuove idee. Quindi, all’epoca, per la Famiglia Benincasa, un altro promettente nuovo pasticcere è in rampa di lancio.

Finché nel 2012 incontra Renata che diverrà la sua compagna di vita ma ben presto anche di lavoro. Con lei inizierà un’attività che si caratterizza per l’amore che i due nutrono per l’arte pasticciera.

Sarà proprio questa passione, con cui Marco e Renata si dedicano al loro lavoro, a far si che si possa intraprendere il viaggio insieme in Pasticceria, del rendere diverso ogni dolce ed ogni torta, anche tra i più classici.

Quindi nel 2015, con un ricco bagaglio d’esperienza maturato in oltre vent’anni di lavoro, aprono la loro pasticceria nel cuore di Napoli, a via Santa Teresa degli Scalzi 128.

Ed è qui che la loro passione diventa amore per l’arte pasticciera di grande qualità che contraddistingue ogni loro creazione. L’aspetto interessante è che Marco, figlio di una Famiglia che gravita da sempre nell’ambito, facendosi forte del saper ben esprimere i sapori classici, riesce ben a modernizzare il suo lavoro, magari proponendo dolci “esteri”

che non distolgono dall’esperienza napoletana. Infatti riesce, lo stesso, a dimostrare un certo attaccamento e una medesima bravura nel classico del mestiere riuscendo bene a realizzare dei must della cultura partenopea

Perciò la pasticceria è divenuta subito un punto di riferimento per gli abitanti del quartiere e non solo. Si distingue per l’attenzione e la cura dei dettagli e, ovviamente, per le prelibatezze, per rendere buono, ancora di più, dei dolci storici, come le zeppole di San Giuseppe

sfogliatelle

e la Tradizione invita a creazione più grandi, “formato torte, quindi anche la Pastiera merita menzione

Insomma, insieme i due ragazzi hanno dimostrato che la Tradizione nel mestiere va sempre seguita ma che questa non vieta la sua modernizzazione, nei limiti del giusto, lanciando tante nuove fresche proposte

Marco, per mia interpretazione, vuole comunicarci un importante messaggio: “La famiglia è importante per capire quale sia la propr trasmette dei valori, ma la propria interpretazione rende unico il proprio lavoro!

Eugenio Fiorentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.